Skip to content

PRESENTAZIONI AZIENDALI: la guida che non ti salva la vita ma potrebbe!

Chi fa la presentazione per la convention? O meglio ancora, chi fa TUTTE le presentazioni per la convention? 

Se almeno una volta nella vita ti è capitato di sentire questa domanda e (peggio ancora) se la risposta a questa domanda portava il tuo nome, Benvenuto nel club bro! 

A me è successo. Sono stata “quella delle presentazioni” per anni. Ho avuto la malaugurata idea di raccontare quanto potesse essere efficace o inefficace una presentazione impostata male su un pubblico di potenziali clienti e taaaac. Il ruolo è tuo! 

Pur avendomi regalato un trauma ancora non del tutto risolto, quel periodo della mia vita mi ha lasciato una check list che oggi condivido con te sperando di risparmiarti fatica. 

 

  1. Conosci il tuo pubblico: prima di creare la tua presentazione, è importante che tu conosca il tuo pubblico.Quali sono le loro esigenze e aspettative? Quali sono i loro interessi? Conoscere il tuo pubblico ti aiuterà a creare una presentazione che sia pertinente e interessante per loro.
  2. Definisci la tipologia di presentazione e il suo obiettivo: esistono diversi tipi di presentazioni, per ogni tipologia, c’è un percorso narrativo da seguire. Scarica la nostra guida per saperne di più!
  3. Sii chiaro e conciso: una buona presentazione aziendale deve essere chiara e concisa. Utilizza parole semplici e frasi brevi per esporre le tue idee. Ricorda che il tuo obiettivo principale è quello di comunicare il tuo messaggio in modo chiaro e comprensibile.La presentazione si recita. E’ uno strumento di aiuto al tuo intervento. Non aver paura di togliere, scegli le parole chiave che saranno solo il punto di aggancio da cui partire a esprimere il concetto. Le parole verranno da sole anche senza i muri di testo che avranno solo l’effetto di diluire l’efficacia della slide.
  4. Utilizza immagini e grafici: le immagini e i grafici possono aiutare a rendere la tua presentazione più interessante e comprensibile. Utilizza grafici e diagrammi per illustrare i tuoi dati e le tue informazioni, e utilizza immagini per creare un impatto visivo.
    ATTENZIONE: ci sono immagini e immagini e grafici e grafici. Scarica la nostra guida per saperne di più!
  5. Font e palette: non esagerare con le variazioni dei font, per colori, dimensioni e tipologie. Cerca la coerenza che attraversi tutta la presentazione a prescindere dal messaggio di ogni singola slide.Questo aiuterà a conferire professionalità e chiarezza e non distoglierà l’attenzione sui dettagli a discapito del messaggio.
  6. Sii coinvolgente: cerca di coinvolgere il tuo pubblico durante la presentazione. Fai domande, racconta storie e utilizza esempi per mantenere l’attenzione del pubblico. Come?


Apri con un video dall’effetto WOW o con un’immagine che tolga il fiato, se riesci a entrare in contatto con le emozioni del tuo pubblico in apertura, sarà tuo per sempre!

Resta sulla linea sottile del “te lo dico, ma non del tutto”: suscita curiosità, cerca di essere chiaro ma lascia aperte delle questioni in modo da farti fare domande. Soprattutto se il tuo intervento è di tipo commerciale, è fondamentale dire quasi tutto quello che serve al tuo interlocutore lasciando in sospeso la conclusione. Se ti arriva la domanda, con molta probabilità, ti arriverà anche la richiesta di consulenza.

Last but not least: se la presentazione la presenterai tu, non farci mettere le mani a nessuno. No a modifiche, soprattutto all’ordine delle slide. Il flusso del tuo speech non sarà mai uguale a quello del tuo Capo. 

La mia regola: chi la modifica la racconta! 

 

 

Steve Jobs @ WWDC 2007 by Ben Stanfield, source: https://www.flickr.com/photos/acaben/541326656/, used under c-by-sa-2.0, isolated from the background and manipulated with a gradient map

Pdf presentazioni

Scarica la guida

Invia la guida a

Ho letto e accettato la Privacy Policy

Iscriviti per ricevere tutti i nostri consigli

Condividi su

Torna su